Il caseificio di Tentlingen

Recentemente, diversi caseifici hanno avviato importanti progetti, tra cui nuove costruzioni, ampliamenti o ristrutturazioni.

11 nov 2020
Intorno a Le Gruyère AOP

Nel 2019 il caseificio di Tentlingen, alle porte della Sense, ha accolto metà dei produttori di Giffers. Da 1,6 milioni di kg di latte lavorato è passato così a 2,3 milioni di kg. L'occasione perfetta per rinnovare completamente il caseificio, ampliarlo con un edificio annesso e acquistare nuovi impianti produttivi: i lavori, auspicati da diversi anni, erano finalmente diventati fattibili dal punto di vista finanziario.

"Tutti questi lavori sono stati possibili perché, grazie all'IPG, tutti i livelli della filiera ricevono un prezzo equo, che si tratti del produttore di latte, del casaro o dell'affinatore. Inoltre, siamo consapevoli del ruolo essenziale svolto dall'organizzazione interprofessionale per quanto riguarda il controllo delle quantità e della qualità e la necessaria promozione del Gruyère AOP."

Christian Marro, presidente della Società casearia

Il progetto è iniziato in seguito al pensionamento del vecchio casaro, con l'arrivo di un nuovo acquirente di latte nel gennaio 2018. Manfred Lauper ha lavorato fianco a fianco con la Società casearia dall'ideazione fino al completamento dei lavori. Il presidente Christian Marro ricorda questo periodo con soddisfazione: "Abbiamo portato a termine il progetto in meno di un anno, grazie alla buona intesa tra di noi. Non è stato facile, il lavoro è stato intenso, le domande e le discussioni numerose. A volte ci sono state delle divergenze, ma abbiamo sempre trovato una soluzione, un percorso comune. Siamo stati una bella squadra. Il comitato era al 100% a favore del progetto, al 100% a sostegno di Manfred".

"Ho avuto la fortuna di poter scegliere personalmente gli impianti di produzione", spiega Manfred Lauper. In passato sono stato consulente nel settore, quindi conoscevo bene le attrezzature disponibili sul mercato. Sapevo esattamente cosa fosse efficiente e pratico per questo tipo di caseificio". La cantina, ristrutturata dodici anni fa, non ha subito modifiche. I Gruyère AOP vengono poi affinati fino alla completa maturazione presso la Mifroma SA di Ursy.

Durante i quattro mesi di esecuzione dei lavori, il casaro non ha potuto produrre Gruyère AOP e il latte è andato ad altri caseifici. Un momento difficile per Manfred Lauper dal punto di vista finanziario. Ma era fiducioso e aveva ragione. "Oggi", dice Manfred Lauper, "riesco a fabbricare 24 Gruyère AOP al giorno, con le mie due caldaie. Grazie ai dodici produttori di Tentlingen e Giffers, prevedo una produzione annua di 180 tonnellate. Inoltre, prima dell'inizio dei lavori, il casaro aveva due operai e un apprendista. Oggi acquista 600mila kg di latte in più e ha un solo operaio e un apprendista.

Appena arrivati, i produttori di Giffers sono diventati soci a pieno titolo della Società casearia di Tentlingen e sono inoltre comproprietari dell'edificio, senza aver dovuto compiere un grande sforzo finanziario. "Il loro caseificio ha chiuso una dozzina di anni fa, per cui sono felici e orgogliosi di avere di nuovo un caseificio!", osserva Christian Marro.

Per concludere, il presidente della Società casearia ci tiene a precisare: "Tutti questi lavori sono stati possibili perché, grazie all'IPG, tutti i livelli della filiera ricevono un prezzo equo, che si tratti del produttore di latte, del casaro o dell'affinatore. Inoltre, siamo consapevoli del ruolo essenziale svolto dall'organizzazione interprofessionale per quanto riguarda il controllo delle quantità e della qualità e la necessaria promozione del Gruyère AOP".

Leggi anche

Il caseificio di Ussières

09 nov 2020 Intorno a Le Gruyère AOP

Il caseificio di Prez-vers-Noréaz

07 nov 2020 Intorno a Le Gruyère AOP

La Fromagerie des Franches-Montagnes SA

05 nov 2020 Intorno a Le Gruyère AOP