Un degno ambasciatore del Gruyère AOP

È possibile vedere Nicolas Clément al lavoro nel vano mungitura all'interno del video promozionale del Gruyère AOP. Nicolas, produttore di latte di Le Mouret, si è prestato al gioco e ha accolto una troupe cinematografica per realizzare un breve video. Il filmato mette in evidenza il Gruyère AOP attraverso i gesti di un produttore, un casaro, un responsabile qualità e un affinatore.

19 nov 2021
Intorno a Le Gruyère AOP
@Aliénor Held

"Ci siamo sempre occupati di allevamento. Amiamo produrre latte di qualità con mucche in buona salute. Naturalmente, partecipare alla produzione del Gruyère AOP è un valore aggiunto. Siamo orgogliosi di realizzare un prodotto nobile con una filiera efficiente"

Nicolas Clément, PRODUTTORe DI LATTE

Nicolas Clément è un uomo appassionato. Divide il suo tempo lavorando al 60% nella fattoria di famiglia La Waebera, di proprietà del padre Michel, e svolgendo l'attività di classificatore: "Mi piace dividermi tra queste due occupazioni. Mi apre la mente e mi permette di incontrare altri professionisti coinvolti nella produzione casearia". Insieme a 19 colleghi, attraversa la Svizzera per classificare il bestiame bovino dei caseifici in base a criteri morfologici. L'obiettivo è quello di migliorare la razza nel corso delle generazioni. 

Nella fattoria, la famiglia Clément possiede 200 capi di bestiame, tra cui circa 70 vacche da latte. "Ci siamo sempre occupati di allevamento. Amiamo produrre latte di qualità con mucche in buona salute. Naturalmente, partecipare alla produzione del Gruyère AOP è un valore aggiunto. Siamo orgogliosi di realizzare un prodotto nobile con una filiera efficiente". La fattoria produce 650.000 kg di latte destinato al Gruyère AOP. Il lavoro è suddiviso tra 4 o 5 persone: Michel, che è anche presidente dell'Azienda lattiera e delegato dell'IPG, Nicolas, sua moglie Caroline, che ha svolto anche l'apprendistato agricolo, e uno o due apprendisti. 

Quando l'IPG gli ha proposto di partecipare al video, ha accettato con piacere. "È un'esperienza a cui non sono abituato. Ero curioso di vedere come vengono realizzate le riprese". Ma ha accettato a una condizione: "Volevo che venisse presentata una visione reale del nostro lavoro. Ci tenevo a mostrare una produzione artigianale con gli strumenti disponibili oggi". Il ragazzo che lo accompagna nel video è un giovane attore: "Sono rimasto sorpreso. Non proviene dal mondo agricolo, eppure era a suo agio con gli animali, nonostante fosse la prima volta che si avvicinava alle mucche. Era curioso e interessato alla fattoria". 

Nicolas e Michel Clément vendono tori da riproduzione. Ne tengono uno per la fecondazione, anche se, solitamente, ricorrono all'inseminazione artificiale. Cercano sempre di correggere un difetto o migliorare una prestazione. "Nella genetica, uno più uno non fa due. Ci vuole tempo per ottenere una mucca in grado di soddisfare tutti i criteri di eccellenza. Tuttavia, nel corso degli anni, abbiamo assistito a un'evoluzione grazie alla genetica e al foraggiamento. Le nostre mucche producono di più e più facilmente, oltre a essere sane". 

La foto esposta in ufficio ne è la prova. Accanto ai premi vinti ai concorsi, è possibile ammirare Oceania, una Red Holstein che ha prodotto 100.000 kg di latte in più di 10 anni. "È la nostra mascotte. Oggi ha 16 anni ed è in pensione. Anche sua figlia Tina ha prodotto 100.000 kg di latte".

Campagna

Leggi anche