Il caseificio di Ussières

Recentemente, diversi caseifici hanno avviato importanti progetti, tra cui nuove costruzioni, ampliamenti o ristrutturazioni.

09 nov 2020
Intorno a Le Gruyère AOP

Il nuovo caseificio di Ussières, tra il Gros de Vaud e il Jorat, ha prodotto il suo primo Gruyère AOP il 4 dicembre 2018. Un motivo di orgoglio per la squadra, dopo sette anni di duro lavoro. Il risultato: un edificio nuovo di zecca con una cantina pronta ad accogliere le 244 tonnellate di Gruyère prodotte ogni anno.

"Volevamo che tutti si sentissero a casa!"

Roger Rod, presidente della società lattiero-casearia

Il vecchio caseificio di Ropraz era fatiscente. Situato nel centro del paese, accanto alla chiesa, l'edificio era troppo piccolo per adattarsi alle nuove esigenze e non c'era spazio disponibile per creare la cantina, che mancava. Così, nel 2011, la società lattiero-casearia di Ropraz e quella di Vucherens hanno preso in mano la situazione.

"Abbiamo avuto la fortuna che a Ropraz, un terreno ben posizionato, visibile perché ai margini della strada, inizialmente previsto come area di pubblica utilità, è stato trasformato in una zona artigianale", ricorda Roger Rod, presidente della nuova società lattiero-casearia, che ha lavorato alla realizzazione del progetto. Riservato il terreno presso il Comune, le due aziende hanno avviato uno studio di fattibilità.

La fortuna ha sorriso di nuovo quando i produttori di Vulliens, un borgo vicino, hanno ricevuto l'autorizzazione a fabbricare Gruyère AOP. "Prima fornivamo il nostro latte per la raclette vallesana", afferma Stéphane Thonney, produttore di latte di Vulliens. "Poiché soddisfacevamo tutti gli standard per il Gruyère AOP, ci eravamo messi in lista d'attesa per l'IPG. Dopo avere aspettato oltre 10 anni, non appena siamo stati accettati abbiamo discusso la possibilità di aderire all'iniziativa".

I promotori del progetto hanno deciso di sciogliere le loro aziende e creare una nuova società che comprendesse Ropraz, Vucherens e Vulliens. "Era importante essere tutti sulla stessa barca, essere comproprietari", dice Eric Charpillod, produttore di latte di Vucherens e segretario della nuova società, altrettanto coinvolto nell'iniziativa. "Volevamo che tutti si sentissero a casa", aggiunge Roger Rod.

Poiché il casaro di Ropraz desiderava continuare la sua avventura, anche lui ha preso parte al progetto. "Abbiamo visitato diversi nuovi caseifici", spiega Christophe Streit. "Mi sono concentrato soprattutto sull'attrezzatura. Trattandosi di un investimento significativo, era essenziale fare scelte sagge". Trascorsi i tre mesi nelle nuove cantine di Ussières, i Gruyère AOP terminano l'affinamento nelle cantine di molassa della Fromco SA a Moudon.

Oggi, Christophe Streit è felice. Ha più lavoro di prima, poiché c'è più latte, ma la pulizia automatica rende le cose più facili. "Vorrei sottolineare in particolare che tutto è su un solo livello, su un solo piano. È fantastico!".

Stesso entusiasmo da parte della società lattiero-casearia di Ussières: "Ora, quando passano i controllori", sorride Eric Cherpillod, "i nostri locali sono conformi. Possiamo stare tranquilli!".

Leggi anche

Il caseificio di Tentlingen

11 nov 2020 Intorno a Le Gruyère AOP

Il caseificio di Prez-vers-Noréaz

07 nov 2020 Intorno a Le Gruyère AOP

La Fromagerie des Franches-Montagnes SA

05 nov 2020 Intorno a Le Gruyère AOP